Organizzare un battesimo: ecco come

Un battesimo è un evento molto importante per una famiglia poiché segna l’entrata del proprio bambino nella Chiesa Cattolica. Per questo motivo, generalmente si celebra al meglio, organizzando una festa che possa esprimere il momento di felicità e gioia.

Per organizzare una cerimonia curata nei minima particolari e che possa soddisfare invitati ed invitanti, è necessario badare a delle piccole accortezze. Ecco alcuni consigli utili a trasformare il battesimo della vostra bambina o del vostro bambino in un momento indimenticabile. 

Come organizzare un battesimo in semplici mosse

È molto importante scegliere, come primo passo, un padrino e/o una madrina per vostro figlio che possano guidarlo nel suo cammino spirituale e vorranno assumersi il compito di essere dei punti di riferimento nella sua vita. Comunicare alle persone prescelte la vostra intenzione di far loro ricoprire questo ruolo speciale, sarà un momento molto bello ed emozionante, che resterà indelebile nella memoria.

Bisogna, poi, scegliere una location ideale per il rinfresco che si volgerà dopo la cerimonia in chiesa. Nel fare questa scelta, bisogna tenere presente anche del clima della zona in cui si svolgerà il battesimo: vi consigliamo di non scegliere location all’aperto perché il vostro piccolo potrebbe essere il primo a soffrire le temperature poco adatte. L’ideale sarebbe indirizzarsi su location che abbiano spazi al chiuso e siano corredati di spazi all’aperto, in modo da adattarsi facilmente alle condizioni climatiche. Se la vostra scelta ricadrà su un ristorante, abbiate la premura di scegliere sale non solo adatte a far trascorrere delle piacevoli ore agli invitati adulti, ma anche idonee per far divertire in apposite aree i vostri “piccoli” ospiti.

Se invece optate per un rinfresco a casa vostra, potrete organizzare un buffet semplice e curato, con delle pietanze preparate in casa oppure affidandovi ad un’azienda di catering. Potrete dividere lo spazio in apposite aree, in modo da creare l’angolo bevande, l’angolo degli antipasti, quello dei dolci e così via. Non siate, però, molto dispersivi: il fine è quello di festeggiare l’ultimo arrivato della vostra famiglia ed è giusto che il suo battesimo sia un’occasione per trascorrere delle ore insieme ai parenti più cari e agli amici. Inoltre, nella scelta del menù, potreste far colpo se presenterete delle pietanze varie, in modo da soddisfare i gusti di tutti. Sono sempre ben accetti piatti innovativi, ma non mancate di proporre delle ricette classiche, per accontentare anche gli abitudinari.

Due elementi essenziali: l’invito e la bomboniera

Dopo aver stabilito data, chiesa e location e deciso la lista di invitati, bisogna procedere con gli inviti, i quali devono incarnare lo stile che avrete scelto per il battesimo. Gli inviti, che non devono mancare di fornire le informazioni principali relative al vostro evento, potranno essere originali, colorati, simpatici e umoristici, oppure potranno avere uno stile classico.

Le bomboniere per il battesimo, infine, sono importantissime, in quanto costituiscono il ricordo che tutti gli invitati avranno di quel giorno. Anche per la scelta di questi graziosissimi oggetti, dovrete farvi guidare dallo stile che avrete dato alla festa: una bomboniera classica può essere poco indicata se avrete optato per addobbi e inviti alternativi o per una location inconsueta. Vi sono tantissimi modelli, adatti a tutti i gusti, che variano nel genere e nelle dimensioni.

Potrete scegliere tra bomboniere in ceramica, in cristallo e in vetro, arricchite da bellissime decorazioni, oppure oggetti che gli ospiti potranno riutilizzare nella vita quotidiana (accessori per la casa, portafoto, portachiavi, etc…), oggettini da esposizione (statuette e scatole particolari per confetti) o ancora oggetti personalizzati.